Il governo punta sugli affitti e ritocca la cedolare secca – 2013

cedolare seccaIl Consiglio dei Ministri che si è svolto lo scorso 28 agosto (2013) ha eliminato l’Imu, ma non solo, ha anche messo in atto una serie di provvedimenti per far ripartire il mercato degli immobili, sia per quanto riguarda le compravendite sia per le locazioni con la nuova Cedolare Secca

Proprio per quanto riguarda il mercato degli affitti, il governo Letta ha stabilito di mettere mano alla cedolare secca, ovvero l’imposta pagata dai proprietari di locazione a canone concordato, che scende dal 19 al 15%.

La cedolare era stata introdotta due anni fa, nel 2011, con l’obiettivo di far emergere il mercato nero delle locazioni. Prima di essere introdotta era stato stimato che il gettito extra per l’Erario sarebbe stato di 2,6 miliardi di euro, ma i risultati sono stati molto sotto le aspettative.

Sempre per favorire gli affitti, cancellata l’Imu sulle case invendute, l’esecutivo ha anche approvato una proroga di tre anni per l’attuazione dei programmi di edilizia residenziale con l’imposta di registro ridotta all’1% invece dell’8%.

You may also like...