Legge di Bilancio: Bonus per la casa 2020

Con l’arrivo del 2020 sono state aggiornate alcune leggi tra cui la Legge di Bilancio, che ha previsto sia l’estension che l’introduzione di nuovi incentivi e detrazioni fiscali che riguardano tutti i lavori destinati alla casa.

Uno degli obiettivi del Governo, è infatti riuscire a dare continuità al progetto di carattere ambientale denominato “Green New Deal”.

Dunque i bonus per la casa che sono stati confermati e prorogati dall’anno precedente sono:

-il benificio ristrutturazioni

l’ecobonus destinato alla riduzione del rischio sismico

il sismabonus destinato alla riduzione del rischio sismico

il bonus mobili per l’acquisto di arredi e grandi elettrodomestici

-il beneficio “green” per sistemare giardini e terrazzi

-il bonus per l’acquisto della caldaia o della stufa a pellet.

Inoltre sono state inserite acune novità:

-il bonus facciate

-il bonus rubinetti

-lo sconto in fattura, che però verrà applicato solo per lavori condominiali che superano i 200.000 euro.

Bonus ristrutturazioni 2020

Riconfermato dalla Legge di Bilancio per l’anno 2020, il bonus ristrutturazioni consiste nell’opportunità di usufruire della detrazione IRPEF pari al 50% delle spese sostenute riferito ad ogni singola unità immobiliare. L’agevolazione riguarda gli interventi finalizzati a ristrutturare le abitazioni e le parti comuni dei condomini.

Il nuovo sconto in fattura

Rispetto a quelle degli anni precedenti, La Legge di Bilancio 2020 è stata modificata rispetto agli anni passati con il cambiamento dello sconto in fattura, determinando delle condizioni più favorevoli alle piccole e medie imprese. Ci sarà dunque la possibilità di fare richiesta qualora i lavori condominiali oltrepassino l’importo di 200.000 euro, mentre è stato cancellato per gli interventi di minore portata.

Bonus casa per le facciate 2020

Il bonus facciate è stato previsto quale nuova misura all’interno del pacchetto del bonus per la casa 2020, i cui interventi sono stati tutti prorogati per un altro anno. In particolare la proroga delle detrazioni fiscali è stata riconosciuta nel 2020 su:

  • ristrutturazioni
  • riqualificazione energetica
  • acquisto di mobili ed elettrodomestici
  • il bonus verde di giardini, balconi e terrazze

Tornando sul bonus facciata:

  • la detrazione delle spese è del 90%
  • vale solo per le spese del 2020
  • potrà essere riconosciuta anche in caso di manutenzione ordinaria
  • sarà cumulabile con altre misure di risparmio energetico

Detrazioni per giardini e terrazze

Dallo scorso anno con la Legge di bilancio è stata autorizzata una detrazione pari al 36% delle spese effettuate a favore delle aree scoperte private di immobili esistenti, recinzioni, impianti di irrigazione e giardini comuni.

La detrazione dunque, spetta ai contribuenti che possiedono o detengono l’immobile sul quale sono effettuati gli interventi e ai familiari conviventi.

Il bonus può essere ottenuto anche per le spese fatte per intervenire su parti esterne comuni degli edifici condominiali.

Incentivi per caldaie e stufe a pellet

Il bonus caldaia è la detrazione fiscale prorogata all’interno dell’Ecobonus che prevede una percentuale diversa a seconda del tipo di efficienza energetica della caldaia installata.

La scelta dell’agevolazione può essere:

  • la prima, mirata alle persone che devono ristrutturare casa, e questa dunque rientra nel bonus per le ristrutturazioni;
  • la seconda invece è rivolta a chi punta al risparmio energetico e pertanto rientra nella categoria ecobonus.

Le due detrazioni non sono cumulabili, perciò è necessario scegliere per l’una o per l’altra. La stessa cosa vale per il bonus stufa a pellet, dove la scelta ricade tra:

  • una detrazione del 50% dove ci sia la possibilità di rientrare nel bonus ristrutturazioni,
  • una detrazione del 65% dove l’immobile rientri nella sezione ecobonus.

Ecobonus per la casa 2020

L’ecobonus è la detrazione IRPEF ovvero IRES, di cui può beneficiare il contribuente che effettua lavori finalizzati al risparmio energetico su edifici già esistenti.

Tra gli interventi per cui risulta possibile richiedere l’ecobonus si annoverano:

  • i lavori di riqualificazione energetica, ad esempio l’installazione di pannelli solari, di pareti isolanti, coperture e pavimenti, infissi, schermature solari,
  • i lavori di riqualificazione su beni strumentali.

Sismabonus 2020

Già esistente e confermato dalla Legge di Bilancio per l’anno 2020, il sisma bonus consente di ottimizzare la classe sismica di fabbricati, attraverso l’effettuazione di opere destinate alla riduzione del rischio sismico, in edifici singoli o condomini, in tal modo ampliando la sicurezza. La detrazione si attesta dal 50% e fino all’85% ed è strutturata in modo da incentivare in particolar modo quelle opere che comportano, in aggiunta, un risparmio energetico.

Home Blog Banca delle Case

You may also like...